Nati per rinascere

Siamo stati bravi a nascere, ce l’abbiamo fatta tutti, altrimenti non saremmo qui, no? 

Non abbiamo chiesto di nascere, ma lo abbiamo fatto, e per tale ragione ci siamo trovati in questo strano, ma meraviglioso, viaggio chiamato vita.

I termini del contratto della vita hanno una piccola clausola, che spesso nessuno di noi si preoccupa di leggere: “Siamo nati per rinascere”. Infatti così come nessuno di noi ha deciso di nascere, nessuno di noi ha chiesto di rinascere, ma deve farlo.

Alla porta del mio studio di Monterotondo bussano molte persone che hanno una forte esigenza di rinascere, come tanti piccoli serpenti pronti a cambiare pelle, come tanti piccoli bruchi pronti a divenire splendide farfalle, come tanti boccioli pronti ad aprirsi e a spandere la loro essenza nell’aria.

A nascere ci ha aiutato qualcuno: nostra madre, gli infermieri, il medico… Ma chi ci aiuta a rinascere?

I veri fautori del nostro declino o destino siamo noi, questa è la prima regola da utilizzare per rinascere. Conoscerci meglio per dirigerci meglio!

Ma come puoi accorgerti quando è tempo di rinascere?

C’è sempre un tempo nella nostra vita in cui il vento del cambiamento soffia, alcuni possono costruire muri, altri mulini a vento. Le risposte davanti ad un cambiamento possono essere diverse, perché tutti temono il cambiamento, ma in realtà ognuno di noi sa bene che nulla rimane costante nella vita, nemmeno noi stessi. 

La paura davanti al cambiamento è fisiologica, ma ciò che davvero conta è la nostra risposta al cambiamento.

Che ci piaccia o no, ognuno di noi continua a cambiare e ad adattarsi agli avvenimenti che viviamo e la sensazione che è giunta l’ora di cambiare e di adattarsi, e quindi di rinascere, può essere suscitata da alcuni segnali inconfondibili

Insoddisfazione. Sei soddisfatto di quello che fai? Provi piacere? Sei motivato? Se alla maggior parte di queste domande hai risposto di no, forse è il momento di ripensare i tuoi obiettivi. D’altronde è normale avere bisogno di nuovi stimoli, quindi non c’è niente di sbagliato nel cambiare i propri obiettivi. Cambiare obiettivi non è mai sinonimo di fallimento.

Sfinimento. Solo un campo riposato può donare frutti rigogliosi. Non puoi sfruttare il tuo terreno, altrimenti otterrai solo aridità. Arrivare allo sfinimento non è sempre il sentiero che porta alla soddisfazione. In questi casi forse si dovrebbe guardare altrove. Con questo non sto dicendo di seguire il percorso più facile, ma il percorso che realmente ti motiva e ti apporta maggiore soddisfazione.

Perdita di un senso nella vita. Se ogni giorno, svegliandoti, ti guardi intorno chiedendoti cosa stai facendo della tua vita, forse stai seguendo obiettivo che non ha alcun significato per te e quindi, proprio per questo, forse devi riformulare le tue priorità.

Emozioni negative. Se a un certo punto della tua vita il lavoro o il rapporto di coppia comincia a generarti più emozioni negative che positive, se ti creano più problemi di quanti ne risolvano, è perché è giunto il momento di cambiare.

Ti stai chiedendo cosa devi fare se dovessi notare che questi segnali sono parte integrante della tua vita? Te lo dico subito.

Se dovessi notate questi segnali, non avere fretta di prendere una decisione. Fai un passo indietro, cercando di adottare una posizione obiettiva e valuta a che punto sei, quanta strada hai ancora da fare e, soprattutto, se vale la pena continuare su questa strada. 

Forse potrebbe esserti utile una scala: “In una scala da 0 a 10, dove 0 rappresenta il problema e 10 è il momento in cui avrai raggiunto il tuo futuro desiderato, dove ti trovi in questo momento?”.

Forse salendo questa scala potresti accorgerti che è meglio cambiare destinazione. D’altronde i nostri obiettivi sono le scale che saliamo per raggiungere il successo.

Se hai curiosità o domande chiedi pure e se ti interessa rimanere aggiornato settimanalmente, su temi relativi al benessere ed alla psicologia, puoi Iscriverti alla Newsletter sul sito www.federicopiccirilli.it

Se hai voglia puoi lasciare anche il tuo passaggio e il tuo feedback sulla Pagina Facebook Dott. Federico Piccirilli.

Buon vento 😉

Federico Piccirilli

Psicologo, Psicoterapeuta

Terapie Brevi

Terapia a Seduta Singola

Ricevo a Monterotondo (RM) e ONLINE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.